domenica, febbraio 20, 2011

un buio arrivederci

Siamo alla fatidica numero dodici.
Non aggiungo niente a ciò che si è detto in precedenza. Farò giusto qualcosa di estemporaneo: considerato che nelle editoriali di ciascun numero del Nostro, spesso succede di trovare delle illuminanti citazioni, anch'io allo stesso modo citerò qualcosa.

Descrizione:
Se guardi nel buio a lungo, c’è sempre qualcosa
(William Butler Yeats)


Constatazione:
"un addio così è come un ponte che ti crolla alle spalle, se mi guardo indietro vedo soltanto un grande vuoto, che non potrò colmare mai più."
(Dominique Siassia dal telefilm "Tempesta d'amore")

Speranza per il futuro:
"Si signori, avete capito bene. Occhi del cuore 3. Perchè a noi la qualità c'ha rotto il cazzo! Perchè un'altra televisione diversa è impossibile. Viva la merda!"
(René Ferretti, dal telefilm Boris 3)


Spero ne siate arricchiti.
Ora passiamo alla consueta rassegna di steps.
Godetene per l'ultima volta.















3 commenti:

LUIGI BICCO ha detto...

Ciao Paolo.
Questa ultima cover per Valter Buio è davvero davvero spettacolare. Complimenti per tutto il percorso che hai intrapreso con questa serie di 12 numeri. Davvero una prova da grande autore.

Paolo Martinello ha detto...

Grazie Luigi.
per me è stato un piacere :)

mistake89 ha detto...

Complimenti ancora una volta per queste 12 copertine, una più bella dell'altra.

Spero tanto di poter vedere presto altri tuoi lavori.