mercoledì, gennaio 17, 2007

A Song for Lucy




Fumetto di sei pagine giammai pubblicato. Anno? 2000 su per giù. Fenti e Ginevra del Centro Fumetto ( a cui devo molto e che ringrazierò sempre) apprezzarono, ma poi scelsero un'altra storia. A rivederla oggi posso anche capire perchè... Più che i disegni il problema sono i testi, in cui "è riscontrabile una non disprezzabile quantità di onanismo verbale". Ai posters l'ardua sentenza...

3 commenti:

Fabio ha detto...

Secondo me l'unica cosa che rende non pubblicabile la storia non sono i disegni (ottimi) nè l'onanismo a parole (questione di stile).

E' il lettering che salta molto all'occhio come caotico e in definitiva poco leggibile.

Prova a rifarlo in maniera seria e vedi che cambierebbe faccia da così a così.

Fabio

paolo martinello ha detto...

Hai ragione Fabio, ma io sarei meno diplomatico di te e direi tranquillamente che il lettering fa cagher....
Infatti ora a riproporlo, la prima cosa da fare sarebbe mettere dei bei righi di testo con Photoshop, come faccio con tutti gli altri fumetti di adesso.
intanto ti ringrazio di essere passato!

Paolo

Fabio ha detto...

Mah, il lettering a Photoshop è un male necessario ma se possibile sarebbe bene fare sempre un buon lavoro a mano.

L'ho usato anche io in situazioni in cui i dialoghi per via del doppiaggio venivano cambiati all'ultimo momento ma se posso, prediligo sempre la calligrafia umana.